La gioia di vivere è solo un’illusione se non sai vivere

Lungarno Colombo, Firenze. Dietro di te, al semaforo, noti una nuova 500 con a bordo tre ragazze giovani, al massimo ventenni. Carine, allegre e sorridenti, danno un piacevole senso di spensieratezza e gioia di vivere.

Passano poche centinaia di metri. Arrivi a un passaggio pedonale, sei in corsia di sorpasso e ti fermi per far passare una mamma con passeggino. Un altro messaggio sulla bellezza della vita, altri occhi sorridenti che splendono in una giornata soleggiata come quella odierna. Attendi quindi con il sorriso.

Intanto la 500 allegra dietro di te cambia corsia, si butta sulla destra, accelera e per poco non investe la mamma con il passeggino. Che turbata resta ferma in mezzo alla strada. Passano lunghi secondi. Ti fa cenno che è tutto ok. Riparti.

La statua di Folon alla rotonda (Firenze)

Alla rotonda del fu Teatro Tenda ti ritrovi fermo a dare alla precedenza alle auto che vengono dal Gignoro con a fianco la famosa 500 delle tre ventenni. Con i finestrini abbassati — la bella stagione ormai arriva fino al 21 ottobre — fai presente cosa hanno fatto poco prima.
Ti aspetti una scusa, invece ti offendono tutta la famiglia fino al terzo grado. La gioia di vivere è solo un’illusione se non sai vivere.

Auguri care tre ventenni, ne avrete bisogno.

Giornalista, appassionato di comunicazione. In rete fin da adolescente alla fine ha deciso di studiarla.📱

Giornalista, appassionato di comunicazione. In rete fin da adolescente alla fine ha deciso di studiarla.📱