La Culla, una storia nascosta dietro una curva

La Culla, per molti, è la trattoria Da Luciano. Soprattutto per chi rientra da Sant’Anna di Stazzema. La frazione è sotto una curva della strada principale, quasi invisibile per chi transita. Eppure ha una storia da raccontare.

Instagram @andtrap

I più attenti noteranno che la famosa trattoria è un punto InViola.

Cosa c’entra? È il simbolo della sua doppia anima. Nel ‘600 il paese, infatti, era diviso proprio fra lo Stato di Firenze e la Repubblica di Lucca.

Come oggi si trova tra il Comune di Stazzema e quello di Camaiore. Tra mare e monti.

Non solo. È stato rinvenuto — si legge nelle cronache — nelle vicinanze della chiesa un cippo mediceo posto come limite del capitanato di Pietrasanta.

Il simbolo di un confine che oggi è nelle immagini del panorama dall’alto.

Twitter @andtrap

La frazione è molto vicina a Sant’Anna di Stazzema, come molti sanno. Meno noto invece che è proprio dalla Culla che partirono dei volontari per dare una degna sepoltura alle vittime dell’eccidio del 12 agosto 1944.

Giornalista, appassionato di comunicazione. In rete fin da adolescente alla fine ha deciso di studiarla.📱

Giornalista, appassionato di comunicazione. In rete fin da adolescente alla fine ha deciso di studiarla.📱