C’è troppa gente in giro a far niente

Piazza del Duomo, Milano: 2 marzo 2020 (Canale Youtube di Repubblica)

Quando ero piccolo e ci fermavamo nel traffico mi lamentavo regolarmente che ci fosse troppa gente in giro a far niente.

Un bambino vuole risposte immediate e mio babbo, con santa pazienza, mi rispondeva raccontandomi ogni volta la stessa storia.

Il suo primo datore di lavoro amava correre con il furgone con cui andavano a lavorare e, a ogni rallentamento di marcia, sbottava urlando: “Possibile che ci sia sempre tutta questa gente per strada che non ha niente da fare?”.

Mio babbo, assieme ai suoi colleghi dell’epoca, provava a replicare ogni volta che “forse anche quelle persone erano dirette a lavoro, come lo erano loro”, ma niente. Come un bambino capriccioso, il suo datore non voleva ascoltare questa possibile verità.

Ecco. Oggi, ogni qual volta che leggo che qualcuno esce (legittamente) di casa per poi correre su Facebook a raccontare (magari con foto e video) che ha trovato “un sacco di gente a giro”, ripenso sempre a questa storia di mio babbo. Che sarebbe da far ascoltare a tanti adulti.

Ah, nel caso ve lo chiedeste, avevo 8 anni al massimo.

Bene, ora è il momento dell’autocritica 😁

Giornalista, appassionato di comunicazione. In rete fin da adolescente alla fine ha deciso di studiarla.📱

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store